STUFF

http://www.officinemeccaniche.biz

Ultime novità dalla discografica

Mauro Pagani tra i 50 artisti simbolo della musica indipendente italiana

Il referendum del MEI, che è stato curato dal giornalista Enrico Deregibus, intende sottolineare l’importanza della discografia indipendente italiana che grazie a percorsi autonomi, sia artistici che produttivi, ha offerto alla nostra musica buona parte dei suoi artisti più importanti.
La giuria, altamente qualificata, comprendeva votanti di diverse generazioni e estrazioni musicali ed era composta da: Maurizio Becker, Riccardo Bertoncelli, Michele Bovi, Alberto Campo, Lucia Carenini, Giordano Casiraghi, Ugo Coccia, Valerio Corzani, Alfredo D’Agnese, Luca D’Ambrosio, Enrico de Angelis, Luca De Gennaro, Mario De Luigi, Enrico Deregibus, Claudio Fabretti, Fernando Fratarcangeli, Fabrizio Galassi, Enzo Gentile, Ezio Guaitamacchi, Federico Guglielmi, Ambrosia J.S. Imbornone, Felice Liperi, Giorgio Maimone, Elisabetta Malantrucco, Stefano Mannucci, Daniel Marcoccia, Renato Marengo, Orazio Martino, Luca Minutolo, Giorgio Moltisanti, Michele Neri, Antonio Oleari, Francesco Paracchini, Gianluigi Peccerillo, Marco Philopat, Timisoara Pinto, Andrea Prevignano, Dario Salvatori, Hamilton Santià, Franco Settimo, Max Stefàni, Fabrizio Stramacci, Barbara Tomasino, Jacopo Tomatis, Federico Vacalebre, Cristina Valentini, Gianluca Veltri, Enrico Veronese, John Vignola, Maria Cristina Zoppa.

Giovedì 10 Maggio, 2012

Badara Seck presenta Farafrique

Pubblicato il primo disco di Badara Seck, prodotto da Mauro Pagani e pubblicato per l’etichetta discografica Officine Meccaniche Music. Il racconto di anni di lavoro e di “strada”, dai brani scritti insieme al suo grande amico e collaboratore Kebà Dramè, Griot di etnia Mandingo partito dall’Africa con Badara alla volta dell’Europa, a quelli composti negli ultimi anni in collaborazione e sintonia con altre anime girovaghe del suo Paese, e non, incontrate in giro per l’Italia e l’Europa. E’ una fotografia nitida e colorata dello straordinario talento e della vocalità prorompente e unica di un meraviglioso figlio d’Africa arrivato quasi per caso fin da noi.

 

Martedì 1 Dicembre, 2009

2004 Creuza de Ma – Progetto Residenze Musicali

Per tre giorni, a “scuola” da Mauro Pagani. Dall’11 al 13 ottobre 2007, Palazzo Monti a Servigliano (AP) ospiterà Mauro Pagani in occasione della prima edizione del progetto “Residenze Musicali”. Il seminario sarà incentrato sul riarrangiamento, di “Creuza de Ma” fatto da Mauro nel 2004 in occasione del ventennale dell’album realizzato a quattro mani nel 1984 con Fabrizio De Andrè.

Mercoledì 3 Ottobre, 2007

“Da A a A” il nuovo disco di Morgan……….

E’ uscito il 29 giugno il nuovo progetto discografico di Morgan, parte delle registrazioni sono state effettuate alle Officine Meccaniche e tra gli ospiti del disco compare Badarà Seck, l’artista senegalese prodotto da Mauro Pagani di cui uscirà nei prossimi mesi il primo disco per le Officine Meccaniche Music.

Mercoledì 4 Luglio, 2007

Mauro Pagani & Giovanni Sollima “Non Scena Festival 2006″

Il 31 luglio Mauro Pagani e Giovanni Sollima parteciperanno a Palermo all’incontro con il pubblico organizzato dal teatro CCPAgricantus in via XX settembre 82a. Sarà una conversazione in cui i due artisti racconteranno i loro reciproci percorsi musicali, le loro esperienze, e della loro collaborazione per il progetto “Songs”: un viaggio musicale guidato dall’anima e dall’istinto, incentrato principalmente sulla rivisitazione di canzoni e ballate di autori tra i più disparati, da Jimi Hendrix ai Beatles, da Miles Davis a Paolo Conte senza dimenticare, naturalmente, i brani composti dai due musicisti.

Mercoledì 26 Luglio, 2006

Prossimo l’uscita del primo disco di Badarà Seck…….

A breve in uscita per la Officine Meccaniche Music il primo progetto discografico dell’artista senegalese Badarà Seck prodotto da Mauro Pagani.
Una miscela travolgente di suoni afro – rock, strumenti tradizionali e testi che raccontano un sogno: liberare l’Africa e l’Europa dai reciproci tabù.
Questa è la “storia musicale” di un griot senegalese che parte per un lungo viaggio che attraverso l’Africa lo porterà fino in Europa, è il racconto di cosa vedrà, di chi incontrerà, di cosa si ricorderà. La musica sarà un sentiero di viaggio continuo.
Badarà Seck, è uno straordinario cantante senegalese, già Ambasciatore del suo Paese al Festival Panafricano di Dakar, vive a Roma.
Nel 1995 interpreta “Orfeo” ne “La nuit d’Orphée” a Zurigo, regia di Serena Sartori, alla presenza di Peter Brook che ne rimane affascinato.
Arrivato in Italia nel 1998, inizia le sue collaborazioni musicali con Mauro Pagani, Massimo Ranieri, Luigi Cinque, Paolo Fresu, Raiz (Almamegretta), Gavino Murgia, etc.
Viene ripreso da Claude Lelouche nel film “Men and Women”.

Mercoledì 1 Marzo, 2006

Advertisements

Join 53,624 other followers

THE BIG MAN

HERE I AM
THE MAN OF THE FUTURE
THE MAN OF THE PAST
THE GLORIOUS PAST WHERE WE SHOULD GO BACK TO
TO THE GLORIOUS TIMES WHEN THIS COUNTRY
WAS THE BIGGEST
THE STRONGEST COUNTRY IN THE WORLD

HEY I’M THE BIG MAN
HEY I’M YOUR BIG MAN

WE GOTTA BE TOUGH
WE GOTTA BE STRONG
NO FEAR NO PITY NO MERCY
FOR OUR ENEMIES
STAY WITH ME
WE’LL WIN
‘CAUSE IN THE END
EVERYBODY LOVES ME

IT SEEMED LIKE NOTHING BUT MONEY
A SIMPLE STORY OF MONEY
SEEMED JUST MONEY
BUT IT WAS NOT

FLY WITH THE BIG MAN
FLY WITH THE BIG MAN
TO THE END OF THE WORLD

SO THE BIG BRAVE BOY
PRESSED THE SHIMMERING RED BUTTON
AND AN ASTONISHED BLUE SKY
CRASHED DOWN

OH WHAT A SPARKLING AFTERNOON
OF FLAMING WINDS AND FLYING CADILLACS
WHEN CHRISTIANS, MUSLIMS, BUDDHISTS AND JEWS
FADED ALL TOGETHER
FINALLY BROTHERS
IN A SWIRLIN’ HOLE
FINALLY BROTHERS
BUT SLIGHTLY TOO LATE

WHEN OUR EYES, OUR BRAIN’S DUST
FILLED THE SUNSET WINDOWS
AND BYE BYE
WHEN OUR EYES, OUR HEART’S DUST
FILLED THE KREMLIN MANHOLES
AND BYE BYE

DANCE WITH THE BIG MAN
DANCE WITH THE BIG MAN
‘TIL THE END OF THE WORLD

%d bloggers like this: